Monti Invisibili
06%20Linee%20diagonali.JPG04%20Regola%20aurea.JPG04%20Bici.JPG03%20Viaggio.JPG02%20Montagna.JPG01%20Apertura.JPG
Fotografare l’estate
Il mare, lamontagna, i viaggi, le giornate lunghe e luminose e anche un po' di tempolibero per dedicarsi alle proprie passioni: non c'è dubbio che l'estate sia ilperiodo della fotografia. Per non farsi cogliere impreparati, vediamo leprincipali situazioni della stagione e impariamo ad affrontarle con la nostrafotocamera. 

Mare Contrasti elevati, ombre nette e una gran quantità di luce sono lecondizioni tipiche degli scatti in spiaggia. Da evitare allora le ore centrali,preferendo invece la luce laterale di quelle pomeridiane, quando il sole bassoe le ombre lunghe rendono più semplice ottenere immagini valide. La luceradente delle prime e ultime ore della giornata consente inoltre di mettere inrisalto la trama della sabbia, mentre all'alba e al tramonto il tonoparticolarmente caldo regala facilmente scatti suggestivi.Attenzioneall'orizzonte, sempre ben visibile negli scatti marini: se pende può essereraddrizzato con un programma di fotoritocco, ma è bene fare preventivamente attenzionea questo elemento. Ricordiamo anche che un orizzonte perfettamente centrato rende un'immagine banale, posto inalto comunica una forte tensione dinamica e in basso enfatizza invece l'idea diinfinito e ampi spazi.
Da sfruttare ancheil controluce sulla superficie del mare increspata dal vento o sulleonde che si frangono sugli scogli; e con un filtro cross-screen, anchedigitale, tutti i riflessi si trasformeranno in stelle di luce.

Montagna A quote elevate le marcate differenze di luminosità suggerisconodi evitare la contemporanea presenza nell'inquadratura di zone in ombra e inluce. Altrimenti è preferibile esporre per le luci, sacrificando la leggibilitàdei dettagli in ombra; il contrario se le zone scure sono percentualmentepreponderanti nell'immagine.
Anche in montagna si può sfruttare la luce radentedell'alba o del tramonto per mettere in risalto rilievi e tracce. Per rendere invece la maestositàdell'ambiente è indicata una focale grandangolare, inserendo eventualmentenell'inquadratura un elemento umano che comunichi il senso delle proporzioni.
Un filtro polarizzatoreavvitato sull'obiettivo aiuterà ad attenuare le dominanti azzurrine tipichedelle alte quote.

Paesaggio Per queste immagini èfondamentale la profondità di campo concessa da diaframmi relativamente chiusi,eventualmente in abbinamento con un treppiede. Si può anche impostare ilprogramma Paesaggio presente sulla maggior parte delle fotocamere digitali. Perrendere un'immagine ampia converrà optare per l'inquadratura orizzontale;quella verticale enfatizzerà invece il senso di profondità.
Riguardo alle ottiche, sono adatte le focali grandangolari, con ampio angolo di campo abbracciato,approfittando anche della loro elevata profondità di campo per inserire nellascena un particolare in primo piano che trasmetta il senso delle proporzioni edella distanza.

Viaggio In viaggio si incontrano molteplici situazioni che possono essereefficacemente affrontate con un obiettivo zoom. La rapidità di variazione dellafocale li rende infatti ideali per scatti urbani e naturali, ma anche per riprenderesagre, mercati, manifestazioni sportive e altre attività collettive.

Trekking Un'escursione più o meno lunga permette di venire in contatto condiversi soggetti e ambienti. E' bene tenere allora la fotocamera sempre prontaper cogliere attimi e particolari, spesso fuggenti e irripetibili, che sipossano presentare durante il cammino, non fermandosi solo al classico panoramacartolina.

Bici Scattare delle foto comprendendo dei particolari della bicicletta,contribuisce a circostanziare la situazione ciclistica dell'immagine. In questocampo, inoltre, l'effetto mosso può garantire ottimi risultati estetici: fotodalla bicicletta con la strada in movimento, compagni affiancati con sfondi chescorrono o ciclisti che passano ripresi con tempi lunghi, contribuiscono a darealle immagini una gradevole impressione di velocità.
Create a website